Ciambellone al marsala

Oggi ho voglia di una torta di casa, una buona merenda per Andrea che oggi ha la febbre 😦

Ingredienti
6 uova (separate gli albumi dai tuorli)
150 g di zucchero semolato
220 g di farina
6 cucchiai di Marsala
6 cucchiai di latte
1 bustina di lievito per dolci
Vaniglia bacca
Scorza di limone
Bicarbonato
Olio EVO
Zucchero a velo

Montate i tuorli con lo zucchero finché saranno spumosi e chiari, aggiungete il Marsala, 6 cucchiai di olio EVO e il latte, un pizzico di bicarbonato e la scorza del limone. 
Continuate a mescolare.
Aggiungete poco alla volta la farina, il lievito e la polpa della vaniglia e sempre con le fruste continuate a mescolare.
Montate gli albumi a neve e aggiungeteli al composto delicatamente.
Imburrate uno stampo per ciambella da 22 cm versate il composto e infornatelo per 45 minuti a 160°, una volta raffreddato cospargete di zucchero a velo.

Panzerotti

panzerotti-fritti

Sono semplicemente meravigliosi, vale veramente le pena lavorare un pò per poi potersi deliziare.

Ingredienti
Per la pasta:
500 g di farina 00
250 g di acqua
15 g di sale
25 g di lievito

Preparate l’impasto mescolando la farina e l’acqua, sciogliete il lievito in un po’ di acqua tiepida e incorporate il tutto, salate e impastate finché l’impasto sarà liscio e omogeneo.
Lasciare lievitare coperto da pellicola per 1 ora.

Per il ripieno
200 g di passata di pomodoro
250 g di mozzarella
Olive taggiasche, capperi, acciughe e basilico q.b.
Olio per friggere

Tirare la pasta e formare con il coppa pasta dei cerchi .
Farcire con pomodoro, mozzarella e un poco degli ingredienti a piacere, volendo anche una fogliolina di basilico.
Chiuderli a mezzaluna e friggerli in olio caldo fino a doratura.

Sformatini di pesto al basilico con cuore filante

Oggi vi propongo degli antipastini sfiziosi  che uniti ad un contorno possono diventare dei favolosi piatti unici e in versione mignon possono essere serviti come finger food… insomma fate voi 😉

Ingredienti
1 cucchiaio di buon pesto alla genovese
6 ciliegine di mozzarella di ottima qualità
50 g di parmigiano grattugiato
3 uova
100 g di farina
20 dl di latte

Accendete il forno a 200°.
Sbattete le uova in una terrina e aggiungete poco alla volta la farina e mescolate bene il tutto.
Aggiungete il latte, il pesto e il grana, mescolate ancora bene tutto.
Riempite 6 stampini da muffin e adagiatevi nel centro la mozzarella.
Infornate per 18 minuti e serviteli tiepidi.

Cotolette di hemmentaler e patate

Ingredienti
80 g di farina
4 patate (bollite e tagliate a fette spesse)
80 g di hemmentaler grattugiato
2 uova
80 g di pangrattato
Senape
Olio EVO
Sale e pepe

Mettete in una terrina il formaggio e il pangrattato e mescolateli.
Passate le fette di patata nella farina, nelle uova sbattute con un pizzico di sale e pepe.
Passatele infine nel pangrattato e formaggio.
Scaldate un poco di olio evo in una padella e cuocete le cotolette 2 minuti per lato, finché saranno dorate.
Servitele con della senape.

Crocchette di patate, salmone affumicato e semi di papavero

POTATO CROQUETTE 1 [Desktop Resolution]

Buon giornoooo!
Oggi devo assolutamente riciclare, dalla cena di ieri sera sono rimaste un po’ di cosette.
Penso che l’arte del riciclo in cucina trasformi gli ingredienti in vere delizie.

Ingredienti
500 g di patate bollite  e passate nello schiaccia patate
1 cucchiaio di farina
150 g di salmone affumicato tritato grossolanamente
2 tuorli
3 cucchiai di grana padano
1 cucchiaio di lievito per torte salate
1 cucchiaio di semi di papavero
Olio per friggere
Sale e pepe

Unite alla polpa di patate ancora calde, la farina e il lievito e mescolate bene il tutto.
Incorporate, poco alla volta, il grana, i tuorli, il salmone, i semi di papavero, sale e pepe.
Dovete ottenere un impasto omogeneo.
Ricavate dei cilindretti e infarinateli, friggeteli in olio ben caldo.

Spaghetti di riso thai con gamberoni e pesto di arachidi

Continuiamo a parlare di piatti esotici.
Oggi utilizziamo delicate matassine di spaghetti di riso che fanno venire voglia di viaggiare e andare lontano…

Ingredienti
380 g di spaghetti di riso thai
40 grammi di arachidi non salate tritate grossolanamente
20 g di basilico spezzettate
10 g di erba limoncina
2 cipollotti tagliati a pezzetti
250 g di gamberoni puliti e sgusciati ,tagliati  a pezzetti
1 peperoncino rosso fresco
Olio EVO
Sale

Scaldate una padella con 3 cucchiai di olio evo, 2 cucchiai di arachidi, 1 cucchiaio di basilico, uno di erba limoncina e il peperoncino.
Fate insaporire e aggiungete i gamberoni, cuocendoli per 5 minuti, regolandoli di sale.
Fate un pesto, nel mixer, mettendo le restanti arachidi, basilico, erba limoncina e 3 cucchiai di olio EVO, aggiustate di sale.
Cuocete gli spaghettini per 2-3 minuti in acqua bollente, salate e versateli nella padella dei gamberoni, fate saltare il tutto e fuori dal fuoco aggiungete il pesto.

Tiramisù al té verde e lamponi

Questa è semplicemente una prelibatezzaaa!
Non ha bisogno di tante parole per essere descritta… assaggiatelo, basta!

Ingredienti
300 g di cioccolato bianco
500 ml di panna
1 cucchiaino di tè verde giapponese in polvere
55 g di zucchero
325 ml di sakè
22 savoiardi o pan di Spagna tagliati sottili
2 cestini di lamponi freschi
Scaglie di cioccolato bianco

Sciogliete il cioccolato bianco e la panna nel microonde fino che sarà completamente sciolto.
In una ciotolina mescolate un poco di questo composto al tè verde in polvere e formate una cremina tipo pasta lucida e liquida, versate il tutto nel composto di panna e cioccolato e mescolate fino che sarà tutto amalgamato e di colore uniforme.
Filtrate con un telino, il tutto,  in una ciotola, aiutandovi con il dorso di un cucchiaio, mettete la crema filtrata in frigorifero per almeno 4 ore.
Una volta fredda, sbattetela fino a farla diventare spalmabilema senza esagerare.
Rimettetela in frigorifero.
Mescolate,  in un pentolino sul fuoco, 170 ml di acqua con lo zucchero fino che sarà sciolto, fatelo bollire per 2 minuti, raffreddate bene  e incorporate il sakè, bagnate con questo sciroppo i savoiardi e iniziate a riempire il fondo di una pirofila. 
Appoggiatevi i lamponi freschi e spalmate con la crema di cioccolato al tè verde.
Ripetete a strati fino a terminare con riccioli di cioccolato bianco e mettete il tutto in frigorifero per una notte, servitelo a piccole fette o a mono porzioni, spolverizzandolo con la polvere di tè verde rimasta.

Sashimi di salmone con capperi di Pantelleria

Continuiamo la carrellata dei miei piatti preferiti.
Quando trovo salmone o tonno freschi non riesco a resistere!
Devo assolutamente preparare uno di questi ingredienti… solo il pensiero di rovinare questo pesce cuocendolo, mi fa soffrire.

Ingredienti
500 g di salmone per sashimi
75 g di capperi dissalati sotto l’acqua e asciugati
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1/2 cucchiaino di wasabi in pasta
1 cucchiaino di zucchero
75 g di sakè
75 g di mirin
75 g si succo di limone
Uova di salmone per guarnire (facoltativo)

Tagliate il pesce per il lungo, con un coltello affilato, formando 2 rettangoli uguali e poi fate delle fette sottili di 5 mm.
Copritelo,  disteso a fette sovrapposte e mettete in frigo, preparate i condimenti.
Tritate i capperi con il prezzemolo, aggiungete il wasabi, lo zucchero, il sakè, il mirin, il succo di limone e un pizzico di sale, mescolate bene.
Versate il tutto sul salmone, volendo potete decorarlo con un mucchietto di uova di salmone, servite subito.

Maki di tonno

Buon giorno!
Oggi ho voglia di cibo giapponese e ho giusto trovato del tonno rosso freschissimo che mi servirà per preparare questi deliziosi maki: seguitemi!

Ingredienti
2 bicchieri di riso a chicco tondo
20 cl di aceto di riso
1 cucchiaino scarso di zucchero
1 cucchiaino di sale
6 fogli di alga nori
240 g di tonno rosso freschissimo

Cuocete il riso in una pentola con 2 bicchieri e mezzo di acqua fino che si sarà assorbita completamente.
Quando il riso sarà cotto, versatevi sopra il sale ,lo zucchero e l’aceto di riso precedentemente scaldati,  fino che lo zucchero sarà sciolto completamente e mescolate il tutto.
Tagliate il tonno a strisce sottili.
Stendete un foglio di carta d’alluminio e appoggiatevi sopra l’alga nori, tenendo la parte liscia sotto, inumidite l’alga con una spugna bagnata di acqua tiepida e stendete un mucchietto di riso sull’alga.(lasciate spazio ai lati).
Mettete al centro del riso le strisce di tonno e cominciate ad arrotolare il foglio di alluminio premendo bene su sé stesso, mettete in frigorifero fino al momento di servire.
Eliminate la stagnola e con un coltello bagnato di acqua tiepida tagliate i rotoli in pezzetti.
Vi consiglio di mangiarli servendoli con wasabi, salsa di soia e zenzero in agrodolce!

Frittella

slider-frittelle-lunghe-610x300

Ciao a tutti!
Oggi vi propongo una vera leccornia.
Solitamente la mangiamo al luna park o alle fiere di paese.
Tutto l’anno la troviamo in Piazza Erbe a Verona nei baracchini che vendono anche panini e patatine fritte, ma oggi la facciamo in casa…
Mamma mia che buona!!

Ingredienti
Farina Manitoba g 500
Lievito di birra g 25
Latte g 250 a temperatura ambiente
Burro g 100 ammorbidito a temperatura ambiente
Scorza di 2 limoni grattugiati
1 bacca di vaniglia  solo la polpa
50 g di zucchero semolato + zucchero semolato a parte in una ciotola
Un pizzico di sale
Oio di semi per friggere

Versate in una ciotola per planetaria  la scorza dei limoni, il sale, il latte e il burro e mescolate bene. Versate 1/3 della farina con la polpa della vaniglia, impastate con il gancio fino che la pastella risulterà bella fluida.
Aggiungete il lievito e lavorate ancora un po’ la pastella, incorporate la farina rimanente e lavorate per qualche minuto inserendo il burro, fino a che la pasta sarà morbida ed elastica.
Lasciate lievitare il composto (unto di olio in superficie), coperto da pellicola, in un ambiente tiepido, fino che sarà raddoppiato di volume.
Lavoratelo su un piano di lavoro infarinato e formate un cordone, tagliatelo in pezzettini e formate delle palline da 100 g circa, lasciatele lievitare coperte da pellicola, per altri 20-30 minuti.
A questo punto allargate le palline,  con le mani,  al centro e lasciando i bordi più spessi. 
Friggetele in olio di semi da ambo i lati e poi scolatele immergendole nello zucchero semolato.
Unica nota: mangiarle immediatamente 😉