Una serata in un vero ” RISTORANTE”

983288_521515064550926_173058647_n[1]

Buon giorno a tutti!!

Sono entusiasta!!.. ūüôā¬†ieri sera ho trascorso una serata¬†all’insegna del gusto!

Alla TRATTORIA LA CORTE Via Maggiore, 2-26034 S.Paolo R/O- Piadena (CR)

Tel. 0375/389920- trattorialacorte@virgilio.it 

Il piccolo e curato ristorantino dove ho trascorso quattro ore indimenticabili si trova tra Mantova e Cremona, all’interno di una borgata di poche case in mezzo alla campagna.

L’interno √® piccolo e ben curato, l’arredamento semplice e informale seppur curato in ogni dettaglio.

Un’ enorme lavagna ti accoglie svelandoti i fuori men√Ļ del giorno e un tavolo imbandito di torte appena sfornate ti fa assaporare anzi” odorare”¬†in anticipo quello che sar√† la fine del tuo pasto.

Una carinissima e simpatica ragazza ti accompagna al tavolo rendendoti il tutto molto informale  e mettendo a proprio agio tutti i commensali.

Aprendo il Men√Ļ, ¬†ci si accorge da subito¬†quanto lo chef sia appassionato e creativo, la scelta della miglior materia prima nazionale appare in ogni piatto, ¬†passando dal pesce crudo alla miglior carne .

La nostra scelta è stata, come al solito, quella di lasciar fare allo chef , decisione che come sempre non ci delude quasi mai.

Nell’attesa, un entrees semplice ma gustosa a base di pane, pomodoro e basilico ci ha deliziato il palato…sorseggiando un buon bicchiere di bollicine.¬†

Un piatto quadrato ricoperto di pesce crudo di ogni tipologia ci ha riempito il tavolo: capesante, gamberi al lime, tonno rosso del Mediterraneo, tartare di tonno pinne gialle con pomodorini e menta…

975647_521514817884284_735287000_n[1]

Una vera favola sapori e freschezza eccezzionali!

La seconda portata, composta da un cubo di ventresca di tonno freschissima con giardiniera della casa e un rotolo di seppie con pomodorini e basilico, ci ha entusiasmato!

973434_521514707884295_1024857270_a[1]

Anche se la fame ormai era stata saziata non siamo riusciti a non assaggiare un primo composto da dei bigoli al torchio conditi con alici, pomodorini e pangrattato…non vi dico che bont√†!

Passiamo ora alla fine del pasto,  cosa che desideravo da quando ero arrivata!!:-)

Otto torte appena sfornate, una diversa dall’altra: alle mele, pere e cioccolato, alle noci, alla crema cotta, carote e menta…insomma una pi√Ļ bella e buona dell’altra!

Il mio palato si è deliziato con la torta alla crema cotta!

Lo chef gentilissimo ci ha accompagnato tutta sera nella descrizione dei suoi piatti senza essere  invadente dimostrando sicurezza e umiltà.

962032_521514274551005_1818155001_n[1]

¬†Che dire?…andateci, poi mi direte!

La cucina vegetariana

zucchine fiori[2]

Buon giorno! ūüôā

Oggi volevo parlare di un argomento che √® sempre pi√Ļ di moda e sempre piu diffuso: il¬†mangiare vegetariano.

Si può fare a meno della carne?

La carne non è indispensabile, basta combinare cereali, legumi e uova e il mix diventa perfetto.

Credo che verdura e frutta siano ricchissime di vitamine e sali minerali, ci possano soddisfare l’appetito senza farci fare il pieno di grassi e calorie, diano alle ricette quel tocco di colore¬† e fantasia da far venire l’acquolina in bocca.

I¬†pomodori e le carote sono ricchi di antiossidanti, grazie al loro colore, sono la carta vincente per ritardare l’invecchiamento dei tessuti.

Il cavolfiore possiede sostanze utilissime per disintossicare l’organismo e per prevenire l’insorgere dei tumori.

I frutti di bosco contengono dei particolari pigmenti che rendono pi√Ļ forte il nostro sistema circolatorio.

Il tarassaco, le insalate e le zucchine svolgono un’azione drenante e disintossicante.

Ananas e papaia contengono enzimi che aiutano a digerire senza problemi.

Potremmo stare qui ore a descrivere le propriet√† benefiche di frutta e verdura…ma il mio intento non era quello di fare un trattato, bens√¨ darvi qualche informazione e consigliarvi piatti sfiziosi che possiamo fare con verdure¬† e frutta!

Il pic-nic

cestino-picnic[1]

Buon giorno a tutti!
Il fine settimana si prospetta molto impegnativo.
In previsione di un fine settimana finalmente assolato e caldo, sto organizzando un meraviglioso pic-nic in giardino, non vedo l’ora!
Abbiamo tutti voglia di stare all’aperto e goderci un p√≤ di aria e sole, mangiucchiando qualche sfiziosit√†, bevendo qualcosa di fresco e giocando a qualcosa di divertente!
A proposito di pic-nic, desidero darvi qualche consiglio, tanto per non trasformarlo in un piccolo incubo!
Perchè il pic-nic possa svolgersi in tutta tranquillità, è opportuno organizzarsi, equipaggiandosi con la giusta attrezzatura.
La pi√Ļ classica di esse √® sicuramente la cesta di vimini, la pi√Ļ moderna √® la borsa o lo zaino termico.
E’ molto importante¬† la coperta: se non volete usare il classico plaid, esistono in commercio delle apposite coperte con fondo idrorepellente e quattro picchetti per il fissaggio al suolo.
I contenitori possono essere di plastica, carta, alluminio o perfino di latta.
Posate, bicchieri e tovagliame devono rispecchiare i vostri gusti, per tanto possono essere comodamente di carta e plastica, piuttosto che di porcellana e cotone.
Da non dimenticare una borsa termica esclusiva per le bevande, le verdure e la frutta.
Un accorgimento utilissimo per mantenere il cibo caldo: avvolgete le pietanze non solo in carta alluminio, ma anche in fogli di giornale.
A questo punto non ci resta che decidere cosa portare nel cestino ūüôā¬†

Come apparecchiare la tavola

Continuiamo a parlare del “saper ricevere con gusto”.
Oggi parleremo di come apparecchiare la tavola e di come servire le pietanze ai nostri invitati.

Ecco le dieci regole d’oro di Mafalda:

1) Preparate almeno un giorno prima tutte le stoviglie: piatti, sottopiatti, bicchieri e posate, tovaglia e tovaglioli.

2) Se servite pesce, crostacei o frutti di mare non sgusciati, mettete sul tavolo dei piattini per i gusci e i resti non commestibili e aggiungete una vaschetta lava dita o salviette profumate.

3) Le posate  sono sistemate in ordine di uso dall’esterno rispetto verso il piatto.

4) I piattini per il pane vanno collocati a sinistra del piatto.

5 ) I bicchieri per l’acqua vanno posizionati sopra al piatto mentre quelli per il vino, di fianco a destra.

6) In inverno consiglio di scaldare i piatti che conterranno portate calde (la lavastoviglie √® un’ottima soluzione!).
D’estate, per servire semifreddi e sorbetti, consiglio invece di mettere piattini e ciotole in freezer. Eviteremo cos√¨ che le pietanze si sciolgano velocemente!

7) Se la cena prevede la successione di pi√Ļ vini, cambiate i bicchieri per ognuno di essi.

8) Per l’assegnazione dei posti, un’idea carina √® di collocare un segnaposto.
Potete confezionarlo voi stessi, magari utilizzando un bocciolo di fiore fresco accompagnato da un bigliettino personalizzato.

9) Ricordate di mettere sempre del ghiaccio in freezer oltre che tutte le bevande.

10) All’interno dello stesso men√Ļ non ripetete per pi√Ļ di una portata il fritto e la carne poich√© potrebbero risultare poco digeribili.

Consigli per ricevere

alberto-sordi-425x276

Oggi inizio a parlare di un argomento che mi sta molto a cuore: il ricevere gli ospiti.
Spesso invitare a casa amici e parenti può diventare fonte di stress e di angoscia!!

Si arriva all’ultimo momento senza aver ancora deciso la location e il men√Ļ e si finisce per fare tutto all’ultimo minuto, senza partecipare al divertimento¬† e alla compagnia dei nostri invitati, chiudendoci in cucina senza essere quasi mai presenti e perdendoci cos√¨ i racconti degli amici!!

Il giorno dopo, siamo distrutti e poco soddisfatti e ci sentiamo come Mafalda nel disegno sopra!:(

A mio parere, seguendo alcune semplicissime regole,¬†il ricevere pu√≤ diventare divertente e¬†poco stressante…vediamo come:

1) L’organizzazione del men√Ļ

Per prima cosa bisogna scegliere la portata principale, le restanti portate ruoteranno attorno ad essa.
Potremmo scegliere un ingrediente o un tema per dare continuità e armonia ai piatti.
Oggi non ci sono pi√Ļ delle regole che ci obbligano ad un numero di portate, per tanto sarete voi a decidere quante saranno e dove servirle: per esempio gli aperitivi con gli antipasti potranno essere serviti tranquillamente in salotto su un tavolino.
Non c’√® bisogno di cucinare¬† ricette difficiline ne¬†basta una che sia di effetto.
Preparate almeno¬†due piatti che possano essere cucinati il giorno prima…avrete pi√Ļ tempo il giorno della cena!
Scegliete dei contorni sostanziosi, come patate e riso, da servire con i secondi piatti: √® il metodo pi√Ļ economico per sfamare i vostri invitati.

2) La giusta quantità

Il pensiero pi√Ļ comune che ci assilla durante la preparazione del men√Ļ √®: “sar√† abbastanza per tutti?”.
Per quanto mi riguarda se servo una cena di tre portate, durante l’aperitivo predispongo un vassoio di finger food che contenga tre pezzi per commensale. Evito cos√¨ che arrivino a tavola gi√† sazi.
Quando acquisto la carne, considero 180g a persona, per il pesce ne considero 150g, per la pasta,considero 80g a persona e per i contorni 50g.

3) Quando e come

Normalmente¬† decido il men√Ļ 2-3 giorni prima dell’evento (per non cambiare continuamente idea) e soprattutto per andare a fare la spesa con calma e avere gi√† tutto quello che mi servir√† per la preparazione:-)
Per quanto riguarda il dolce, lo preparo sempre¬†due¬†giorni prima optando per semifreddi da guarnire all’ultimo momento e creme cotte come la catalana o budini aromatizzati (potete peparare anche il guscio di crostate ,che riempirete in seguito).
Un¬†giorno prima, magari…fate le pulizie!
Sempre il giorno prima preparate i vassoi, i bicchieri e il servizo dei piatti.
Un’ora prima dell’arrivo degli ospiti dovrete aver finito le preparazioni in cucina, aver apparecchiato e predisposto gi√† gli antipasti, cos√¨ potete truccarvi e vestirvi.
Non dimenticate di svuotare la lavastoviglie!!!

4 ) La classe non è acqua

Per fare sempre bellissima figura, i piatti devono essere non solo buoni, ma anche belli!!
– le porzioni non esagerate, il piatto non deve mai essere strapieno;
– non servite sempre le pietanze in piatti individuali. I vassoi sono stati inventati per servire pezzi di carne e pesci interi, i commensali si serviranno da soli e saranno meno in soggezione;
– date sempre ai piatti volume in altezza: servite per esempio la carne su un letto di misticanza;
– il cestino del pane¬†deve essere¬†variegato con panini, focacce e grissini: (stuzzicano l’appetito e piacciono tanto!!);
– sostituite piatti e ciotole con bicchierini e vasetti di vetro!! Saranno graditissimi e vi renderanno speciali;
Рutilizzate come guarnizione sempre cose che si mangiano, per esempio verdure, ma potete osare anche con le erbe aromatiche! Unica eccezzione!